Normativa seggiolini auto

normativa seggiolini auto

La sicurezza in auto dei bambini, può rappresentare un pensiero per i neogenitori, è davvero molto importante poter garantire ai tuoi "piccoli passeggeri" il massimo del confort in tutta sicurezza.
Ma quali sono le normative che regolamentano la totalità dei dispositivi per la sicurezza passiva e cosa dicono?
Bene con l'ultimo aggiornamento datato Gennaio 2017 L’ art. 172 del Codice della strada stabilisce che, è obbligatorio per tutti conducenti e passeggeri dei veicoli, sui sedili anteriori e posteriori, usare le cinture per gli adulti e, per i bambini di statura inferiore a 1,50 m. sistemi di ritenuta omologati ed adeguati al loro peso.
E' importante sottolineare che chi già possiede un seggiolino omologato non è costretto a sostituirlo fatta eccezione per quelli omologati sulla base della UN ECE R44 01 e della UN ECE R44 02, in vigore fino a metà anni 90 e oggi fuorilegge.
Cambiano comunque alcuni criteri generali, dei sistemi di ritenuta, in particolare riguardo l'uso degli adattatori, i cosiddetti “rialzi” da appoggiare sui sedili, precedentemente consentiti per i bimbi di peso tra i 15-36 kg adesso sono vietati sino al raggiungimento dei 125 cm di altezza.
Si cerca in questo modo di risolvere il problema delle cinture, che spesso su tali dispositivi risultavano posizionate ad altezza collo, con alto margine di pericolo in caso di urto.
E che con l'elevazione dell'altezza a 125cm dovrebbero permettere un giusto posizionamento della cintura intorno a spalle e torace del bimbo.
Altro punto interessante riguarda i seggiolini auto del gruppo 3 100-150 cm che non dovranno più essere obbligatoriamente dotati del sistema isofix ma si potranno acquistare anche seggiolini con agganci normali o sfruttare la cintura di sicurezza dell'auto.
Il genitore, così come il conducente, risponde del mancato uso dei sistemi di ritenuta da parte del passeggero dell’ auto se il passeggero è minore di età e se non è presente sul veicolo chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso.
Il conducente che permette ai passeggeri, specie se minorenni, di viaggiare senza cintura di sicurezza o sistemi di ritenuta, può essere considerato responsabile di parte dei danni fisici subiti dagli stessi.
Il mancato uso dei seggiolini o degli adattatori è punito con la sanzione amministrativa da 74,00 euro a 299,00 euro e con la decurtazione di 5 punti patente al guidatore.

normativa seggiolini auto

Categorie di omologazione:

Seggiolino auto gruppo 0

  • Bambini di peso fino ai 10 kg, circa 0-9 mesi . Devono essere montati in senso contrario a quello di marcia o in avanti se il bambino pesa almeno 6 kg. 
In questo gruppo sono comprese anche le “navicelle”, da fissare con le cinture dell’automobile.

Seggiolino auto gruppo 0+

  • Bambini di peso fino ai 13 kg circa 0-15 mesi. Medesime caratteristiche di quelli appartenenti al gruppo 0 ,ma offrono una protezione maggiore alla testa ed alle gambe.

Seggiolino auto gruppo 1

  • Bambini di peso compreso tra 9 kg e 18 kg ( 9 mesi fino ai 4/anni).
Montati nel senso di marcia e fissati con la cintura di sicurezza del veicolo (se non provvisti di isofix), che ha la funzione di bloccare il seggiolino.

Seggiolino auto gruppo 2

  • Bambini di peso compreso tra i 15 e i 25 kg. Cuscini con braccioli omologati (si usano le cinture del veicolo con l’aggiunta di un dispositivo di aggancio che si fissa nel punto in cui la cintura incrocia la spalla).
In commercio esistono seggiolini del gruppo 1, del gruppo 2 e del gruppo 1/2. Il peso indicativo va dai 9 ai 25 kg.

Seggiolino auto gruppo 3

  • I cosiddetti “rialzi”, sedute che permettono di portare il bambino all’altezza giusta per poter essere assicurato al sedile con le cinture di sicurezza dell’auto. 
Con le ultime modifiche alla legge, vanno usati per bambini di altezza superiore ai 125 cm (sotto questa soglia servono quelli con schienale) e comunque non oltre i 36 kg di peso o i 12 anni d’età.

normativa seggiolini auto

Come montare il seggiolino auto: